Salute e BenessereStress, dieta e psicheTrucchi per essere in forma

Menopausa: disturbi, falsi pregiudizi e dieta ideale

Chi prima, chi dopo; chi oggi e chi tra 10 anni avrà a che fare con certezza con questo capitolo fisiologico della vita e con tutte le sue relative implicazioni, chiarendo in tal modo l’importanza del perché sia essenziale la conduzione di uno stile di vita sano.
Tale premessa ribadisce come la menopausa non sia una malattia, bensì un evento del tutto naturale.
Essa si traduce, come ben noto, in una cessazione delle mestruazioni da almeno 12 mesi.
Le età interessate sono tra i 42 e 54 anni; parleremo, invece, di menopausa precoce quando tale fenomeno di cessazione insorgerà prima dei 40 anni.

Alla domanda: perché si ha la menopausa? Le nostre ovaia rispondono con una riduzione se pur graduale relativa alla produzione degli ormoni della   riproduzione. I sintomi rappresentano un fonte utile all’individuazione del problema. Quelli  relativi alla menopausa sono i seguenti:

– Vampate di calore
Si manifestano come un forte senso di calore al viso e alla parte superiore del    corpo cui si accompagna rossore, sudorazione e, al termine, anche brivido.  Possono insorgere anche di notte.

– Disturbi del sonno
Tali disturbi si traducono in una difficoltà ad addormentarsi, risvegli eccessivi o prolungati ed in una sensazione soggettiva di una scarsa qualità del sonno.

 Disturbi psicologici
Il cervello è estremamente sensibile alla carenza ormonale; inoltre i molti sistemi neurotrasmettitori implicati nella regolazione del senso di benessere, tendono progressivamente ad impoverirsi. Tali disturbi determinano ansia, instabilità dell’umore, irritabilità, deficit di memoria, nervosismo, calo della libido. Non meno importante è la sensazione di inadeguatezza, accompagnata dal timore di non essere in grado di fronteggiare come prima i vari problemi della vita quotidiana: famiglia, lavoro, relazioni sociali.

– Alterazioni dell’apparato uro-genitale
Aumentata suscettibilità ad episodi infiammatori ed infezioni urinarie, incontinenza urinaria e disturbi della sfera sessuale costituiscono le alterazioni più frequenti.

INDICAZIONI   NUTRIZIONALI 

Analizzando con estrema attenzione gli effetti della carenza ormonale in menopausa, scopriremo che essa si tramuterà in un aumento del peso corporeo  ed in una modificazione lieve e/o modesta della forma corporea. In termine pratici, riscontreremo un aumento del nostro giro-vita ed una distribuzione del grasso corporeo cosiddetto “a mela”.
Molte donne aumentano di peso durante il periodo di transazione che conduce alla menopausa.

Non va dimenticato che gli aumenti di peso in corso di sovrappeso e obesità sono associati ad un’aumentata morbilità e mortalità per numerose malattie croniche, per fattori di rischio cardiovascolare, quali ipertensione e diabete.
Pertanto, il nostro obiettivo, in quanto donne, sarà quello di migliorare la qualità della vita attraverso terapie mirate e soprattutto attraverso la conduzione di uno stile di vita sano e l’impiego di corrette abitudini alimentari. Ricordiamoci inoltre, che non tutti i cibi sono uguali.

  • Innanzitutto non va trascurato il consumo di calcio di alcuni alimenti quali primo fra tutti latte, yogurt, ricotta;
  • In secondo luogo, ma non di secondaria importanza, è il contenuto di ferro assicurato attraverso un adeguato introito di proteine, previsto nel nostro piano alimentare.
  • Occhio ai grassi!!! Un eccessivo consumo di grassi con l’alimentazione abituale rappresenta, come detto in precedenza, un fattore di rischio per l’ insorgenza di diabete, obesità , tumori e tanto altro.
  • Per appagare un forte desiderio di sapore dolce, è consigliabile assumere dolci e prodotti da forno non farciti con creme e similari, a più basso intake calorico .
    La loro assunzione, va comunque attentamente controllata nel quadro della dieta complessiva giornaliera tenendo conto del loro apporto calorico e nutritivo.
  • Una particolare attenzione deve essere rivolta pure al sale. Il consumo eccessivo favorisce l’instaurarsi dell’ipertensione. Studi recenti dimostrano, infatti, che l’adulto italiano ingerisce in media circa 10g di sale, corrispondenti a 4g di sodio, quasi 10 volte più di quello fisiologicamente necessario.

Riassumendo il tutto, possiamo dire che la menopausa rappresenta un segnale per iniziare o continuare un buon programma di salute. Una corretta alimentazione è parte integrante di tale programma!

Mostra di più...

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close