Anziani a tavolaStress, dieta e psiche

Invecchiamento psichico

E’ noto a tutti che la vecchiaia è caratterizzata da molteplici modificazioni in senso peggiorativo. La modalità di invecchiamento, tuttavia, non può prescindere dalla personalità e dalle esperienze vissute nell’arco della vita. La vecchiaia rappresenta, dunque, la sintesi del significato dell’esistenza: è nella vecchiaia che si può raggiungere la saggezza. Le numerose scale di invecchiamento, dal 1950 in poi, dimostrarono che con l’avanzare dell’età:

  • diminuiscono funzioni quali la memoria e la capacità di concentramento,
  • frequentemente compaiono alterazioni dello stato emozionale, come avviene nella depressione.
  • attualmente si è dimostrato che l’anziano è più lento, riflessivo, ma non meno efficiente.

Ma quali sono i fattori che influenzano i processi di invecchiamento? 

  • Fattori genetici, anche il sesso può essere un fattore predisponente. Il maschio invecchia più precocemente.
  • Educazione e livello culturale che consentono di trovare più facilmente delle alternative di vita alla pensione.
  • Benessere economico
  • Interazione e comunicazione
  • Comparsa di malattie invalidanti: l’anziano vive come intrinseca la sua malattia, considerata come appartenente al suo destino.
  • Stile personale di vita, cioè subire o vivere la vita.
  • Appartenenza ad un nucleo socio-familiare, cioè il gruppo, mediante atteggiamenti di conferma o svalutativi, evidenzia gli aspetti positivi e negativi della condizione di vecchiaia.
  • Eventi drammatici : ad esempio la scomparsa di figure di riferimento.
  • Sradicamento dal proprio luogo di origine.

E’ evidente l’importanza dei fattori sociali. Il pensiero e il linguaggio possono essere conservati, ma per mantenere l’interazione con l’ambiente esterno, l’anziano deve essere in grado di comunicare. Perché ciò avvenga non si può prescindere dall’importanza dell’affettività, del riconoscimento del suo valore all’interno del nucleo sociale in cui vive. Gli affetti giocano un ruolo essenziale nell’agire quotidiano, nell’essere al mondo. Persino l’utilizzo del computer, strumento estraneo alla cultura dell’anziano, può essere appreso qualora l’anziano sia motivato a farlo.

Tags
Mostra di più...

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close