Diabete

Cosa fare in caso di ipoglicemia?

Come comportarsi in caso di ipoglicemia?

L’ipoglicemia è un rapido abbassamento al di sotto dei valori normali del livello di zucchero nel sangue e rappresenta la più frequente complicanza acuta del diabete. Sebbene di per sé sia raramente pericolosa, espone il diabetico a delle situazioni che possono essere estremamente serie quali perdita della coscienza.

Come si manifesta l’ipoglicemia?

L’ipoglicemia, come è ben noto, si manifesta con una grande varietà di sintomi, i più comuni dei quali sono:

  1. • malessere generale
  2. • sensazione di fame
  3. • senso di debolezza
  4. • spossatezza
  5. • mal di testa
  6. • tremori
  7. • sudorazione
  8. • palpitazioni cardiache
  9. • indebolimento della vista
  10. • pallore
  11. • sonnolenza
  12. • depressione
  13. • irritabilità
  14. • cambiamento di personalità
  15. • incubi notturni
  16. • difficoltà al risveglio

L’ipoglicemia è più frequente negli intervalli fra i pasti e durante le ore notturne (di solito fra le 2 e le 3 della notte) e di solito si presenta, in ciascun diabetico, ogni volta con i medesimi sintomi, per cui un paziente ben addestrato deve essere in grado di riconoscere l’evenienza dell’ipoglicemia fin dalla comparsa dei primissimi sintomi.

Quali sono le cause?

Solitamente le cause dell’ipoglicemia sono:

  • mancata osservanza degli orari della dieta, come ad esempio una merenda non fatta all’ora prevista oppure contenente una quantità di carboidrati inferiore a quella prescritta; un pasto precedente non consumato all’ora giusta oppure con una quantità totale di carboidrati non sufficiente;
  • attività fisica non prevista e non preceduta da una merenda supplementare ;
  • insulina iniettata in quantità sovradosata o ipoglicemizzanti orali assunti in quantità superiore a quanto prescritto;
  • assunzione di alcol senza contemporanea assunzione di carboidrati.

Cose conviene fare in questi casi?

Sospendere tutte le attività e sedersi; non correre per arrivare a casa più in fretta o non accelerare il lavoro per finirlo prima, dal momento che ogni esercizio muscolare comporta un maggior consumo di glucosio. Se ci si trova alla guida di un’auto, fermarsi immediatamente.

E’consigliabile innanzitutto ricorrere subito a carboidrati ad assorbimento veloce (20 grammi), come ad esempio:

  1. – 4 zollette di zucchero, che sarebbe opportuno avere sempre con sé dovunque si vada; oppure:
  2. – 1 cucchiaio da minestra scarso di zucchero,
  3. – 1 cucchiaio da minestra di miele o marmellata (circa 25 g),
  4. – 40 g di cioccolata al latte (circa 2 barre),
  5. – 25 g di caramelle (5-6),
  6. – 1 succo di frutta (125 mL)
  7. – 200 mL di bibita alla cola, di aranciata o di gassosa),
  8. – 200 mL di latte con 2 zollette di zucchero.

Ricordiamoci  che le bevande correggono l’ipoglicemia più rapidamente dei cibi solidi.

• Se i sintomi fossero più leggeri e l’ipoglicemia si preannunciasse non grave, si può ricorrere a carboidrati ad assorbimento più lento assumendo subito:

  1. – 30 g di pane; oppure:
  2. – 100 g di frutta (1 frutto piccolo),
  3. – 2 o 3 biscotti non dolci.

Tags
Mostra di più...

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti...

Close
Close