Che cosa sono le smagliature?

Le smagliature sono un inestetismo alquanto diffuso ed odiato, più correttamente definito dai termini “strie distense”. Nel linguaggio comune, esse sono dei veri e propri “strappi” della pelle, cioè lesioni lineari della pelle. Al momento della formazione, le smagliature hanno un colore rossastro, che si attenua nel tempo fino a diventare biancastro e lucido.

Benché siano maggiormente frequenti tra le donne di tutte le età, le smagliature non risparmiano neanche gli uomini. Si generano quando la pelle, sottoposta a particolare tensione letteralmente si “strappa”.

Quali sono i principali responsabili delle smagliature?

Le cause all’origine delle smagliature sono diverse e possono dipendere da fattori ormonali e costituzionali, nonché da sbalzi di peso, per esempio legati a casi di gravidanza oppure durante la pubertà e l’adolescenza.

Il cambiamento repentino della conformazione corporea causa la rottura delle fibre elastiche della pelle, provocando la comparsa delle striature. Istologicamente, infatti, tali lesioni lineari si presentano come delle fibre elastiche frammentate, simili a delle cicatrici a tutti gli effetti.

Le sedi più colpite sono quelle generalmente sottoposte a variazioni di volume nel tempo ovvero: addome, mammelle, cosce, fianchi, glutei. Le creme anti-smagliature difficilmente aiutano ad alleviare il problema. Non sembrerebbero avere alcuna azione terapeutica, perché il deterioramento nelle smagliature è a carico  del tessuto elastico che si trova in profondità nel derma. Altri fattori che agiscono negativamente sulla pelle possono essere: una dieta sregolata, lo stress, la sedentarietà e la disidratazione.

INDICAZIONI  NUTRIZIONALI  PER  PREVENIRE  LA  FORMAZIONE  DELLE  SMAGLIATURE 

Per ridurre la possibilità di comparsa delle smagliature andrebbe consigliata un’alimentazione equilibrata, evitando diete drastiche. E’ consigliabile pertanto:

  • Consumare quotidianamente frutta e verdura fresca, ricche di oligoelementi, vitamina A, C, E che aiutano la pelle a mantenersi elastica, oltre ad avere proprietà antiossidanti.
  • Nella categoria frutta non bisogna trascurare il ruolo protettivo di agrumi e kiwi, preziose fonti di vitamina C, capace di prevenire l’ossidazione delle cellule e la degenerazione del collagene.
  • Seguire una dieta povera di grassi saturi, assicurando però un adeguato apporto di  acidi grassi essenziali presenti nel pesce azzurro (sardine, sgombri, alici) e nell’olio extravergine di oliva, che conferiscono tono alla pelle.
  • Bere molta acqua(almeno 1,5 litri al giorno) aiuta a mantenere la nostra pelle idratata ed elastica. E’importante mantenere sempre ottimale il suo stato di idratazione, applicando dove necessario creme ad azione idratante ed emolliente.
  • Praticare movimento fisico quotidiano ed attività sportiva a giorni alterni.
  • Evitare di indossare abiti troppo stretti che ostacolino il deflusso della circolazione veno-linfatica degli arti inferiori.
  • Non fumare.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *