BEVANDE A TAVOLAEstate e Prova CostumeTOP dieta

“Acque Aromatiche”: bere con gusto assecondando sempre il senso della sete!

Un’alternativa, durante il periodo estivo e non solo, ai freschi e gustosi Centrifugati di frutta e verdura è rappresentata dalle “Acque Aromatiche”, ottime sostitute della classiche e commerciali bevande sportive o bevande gassate.

Cosa sono le acque aromatiche?

Le suddette bevande sono bibite aromatizzate naturali preparate in casa, realizzate con la frutta fresca ed erbe aromatiche, come la menta, la stevia o il basilico. Le acque aromatizzate costituiscono un’altra ottima soluzione per preparare delle bevande rinfrescanti fai da te, dal sapore gradevole senza l’aggiunta di zuccheri o dolcificanti vari. Oltre ad essere buone da bere, aiutano l’organismo a depurarsi, consentendoci di mantenerci idratati durante le giornate più calde.

Quanto tempo le possiamo conservare?

Il consiglio è di conservarle in frigorifero da 1 a 12 ore prima di berle e di consumarle, invece, entro poche ore dopo averle filtrate per godere di tutti i loro benefici.

Cosa ci serve per la loro preparazione?

Realizzare le acque aromatiche non richiede, in realtà, una ricetta specifica. Ci occorrono semplicemente dei barattoli di vetro, in grado di chiudersi ermeticamente, meglio ancora se sterilizzati in acqua bollente e della fresca frutta di stagione, matura al punto giusto, accompagnate da foglioline di una qualche erba aromatica. Si può aggiungere tanta o poca frutta a secondo del grado di dolcezza che si vorrebbe nella propria acqua aromatica.

Cosa ne facciamo della frutta impiegata nella preparazione della nostra acqua aromatica?

Gettarla? Assolutamente no, evitiamo gli sprechi. Possiamo invece recuperare la frutta per preparare una gustosa macedonia, un buon gelato fatto in casa o per arricchire i muesli della prima colazione. Vi propongo, dunque, tante ricette per preparare le vostre acque aromatizzate naturali alla frutta.

Acqua di ciliegie

Approfittate del momento in cui le ciliegie sono di stagione per preparare la vostra acqua aromatizzata naturale. Versatene alcune sul fondo di un bicchiere, lasciandole intere senza problemi, e aggiungete, insieme all’acqua, alcune fettine di lime o di limone. Lasciate riposare in frigorifero in un barattolo ben chiuso per qualche ora prima di servire.

Acqua di anguria

Per preparare la vostra acqua di anguria, frutto estivo costituito al 95% da acqua , versate in un barattolo di vetro 5 o 6 cubetti di questo frutto. La quantità di frutta da utilizzare dipende dalle dimensioni del barattolo e dall’intensità di sapore desiderata. Per un effetto rinfrescante, insieme all’acqua unite anche qualche fogliolina di menta.

Acqua di fragole

Per 1 litro d’acqua  basteranno 5 fragole fresche. Qualora vogliate, potreste dolcificare il tutto con qualche foglia di stevia, dolcificante naturale di cui possono essere utilizzate foglie fresche oppure essiccate. Premete leggermente le foglie di stevia con un cucchiaio di legno, in modo che possano rilasciare meglio il loro sapore ed i loro oli essenziali. In aggiunta alla stevia potreste usare qualche foglia di asperula, noto anche come stellina odorosa. L’asperula vanta alcune proprietà terapeutiche, impiegato infatti come antispasmodico.

Una volta preparato il tutto,  lasciate riposare l’acqua di fragole in un barattolo a chiusura ermetica, in frigorifero, per tutto il giorno o per tutta la notte, fino a quando non avrà raggiunto un  leggero colore rosa. A questo punto sarà pronta per essere filtrata e bevuta gustosamente.

Acqua di mirtilli

Versate uno strato di mirtilli freschi, alleati di gambe e salute , sul fondo del vostro barattolo di vetro. A piacere, potrete aggiungere delle fettine sottili di limone e qualche ago di rosmarino, a seconda dei vostri gusti, prima di versare l’acqua e di chiudere il barattolo. Il rosmarino aiuta la digestione e ha proprietà antinfiammatorie, mentre i mirtilli sono ricchi di antiossidanti.

Acqua di cetrioli e limone

Per preparare questa acqua aromatizzata naturale, vi serviranno dei cetrioli e dei limoni freschi. Per ogni barattolo vi basteranno quattro o cinque fettine sottili di cetriolo e due o tre fette o spicchi di limone. Per arricchire di gusto la bevanda, potrete unire anche qualche fogliolina di menta.

Acqua di lamponi

Con dei lamponi freschi , meglio ancora se appena raccolti, potrete preparare una fantastica acqua aromatizzata. Versatene una manciata sul fondo di un barattolo e aggiungete una o due fettine di limone e qualche fogliolina di menta. Chiudete il barattolo e lasciate riposare in frigo per alcune ore prima di filtrare e servire.

Acqua di ananas

Le acque aromatizzate fatte in casa sono rinfrescanti, economiche e deliziose. Con ananas, frutto antiedematoso , e foglioline di menta otterrete una bevanda dissetante da bere quando vorrete durante la giornata. Per prepararla, versate in un barattolo capiente da 2 a 4 fette d’ananas divise in pezzetti e 2 rametti di menta. Come di consueto, chiudete il barattolo e lasciate riposare in frigorifero.

Acqua di pesca

Lavate, sbucciate e tagliate a fettine una pesca matura. Versate le fette di pesca in una brocca o in uno o più barattoli e lasciate riposare in frigorifero almeno per un’ora, in modo che l’acqua possa aromatizzarsi.

Acqua di limone e zenzero

Per preparare un litro di acqua aromatizzata al limone e zenzero vi serviranno mezzo limone da tagliare a fettine e un pezzetto di radice di zenzero fresco. Versate in una brocca o in barattoli di vetro e lasciate riposare e insaporire per un’ora o più in frigorifero prima di servire

Acqua di arance

Per 1 litro d’acqua vi serviranno 1 arancia e 1  cetriolo da tagliare a fettine sottili. Versate tutti gli ingredienti in una brocca o in barattoli diversi e lasciate riposare in frigorifero almeno per un’ora prima di servire. Potete aggiungere anche qualche fettina di limone e delle foglioline di menta.  Vi ricordo che la qualità di arancia amara che si differenzia da quella classica proprio grazie al gusto “amaro”, è molto utilizzata nell’industria alimentare e farmaceutica. La scorza dell’arancio amaro, per il suo elevato contenuto di sinefrina, sostanza ad attività simile all’adrenalina, è inoltre utilizzata nell’industria degli integratori alimentari, nella produzione dei cosiddetti “termogenici”, utilizzati per il dimagrimento.

 

Tags
Mostra di più...

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close