Ricette

Torta di carote: una pausa dolce e buonissima

Hai voglia anche tu di un dolcino semplice, sano e leggero? La torta di carote è allora quella adatta a noi, ideale a colazione o anche per merenda.

Come avrete avuto modo certamente di verificare, in giro anche sul web, ne esistono oggi numerosissime versioni, la stragrande maggioranza delle quali prevede l’uso di farina 00 e zucchero in quantità variabili. Oggi voglio proporvi una versione a mio avviso semplice, sana e veloce da preparare. Dunque non mi resta che lasciarvi la ricetta ed invitarvi ad accendere il forno per preparare questa sofficissima “coccola” da proporre immediatamente anche ai vostri piccini, in sostituzione delle classiche e ben note merendine industriali.

Ingredienti

  • 250 gr di farina integrale (in alternativa anche farina di riso o di grano saraceno)
  • latte di mandorla (o altre tipologie di latte) quanto basta per rendere più fluido il composto
  • 300 gr di carote grattugiate
  • 160 gr di albume d’uovo
  • 80 gr di zucchero grezzo oppure miele/ dolcificante
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di curcuma
  • a piacere si possono aggiungere mandorle tritate, noci, nocciole ecc.

Procedimento

Preriscaldare il forno a 180° su statico e foderare uno stampo per torte da 20/22 con carta da forno. Lavate, pulite e grattugiate le carote abbastanza finemente. Montate a neve gli albumi. Amalgamate la farina e lo zucchero con gli albumi d’uovo. Successivamente aggiungete il latte lentamente fino a bagnare tutto il composto. Aggiungete ora le carote grattugiate (se necessario aggiungere ancora latte) ed eventuali ingredienti extra a piacere (frutta secca, scaglie di cioccolato fondente, etc…) Infine, aggiungete il lievito e versate il tutto nello stampo ed informate per 30/40 minuti e buon appetito…

Note

Avrete sicuramente notato che la quantità di zucchero non è elevatissima come di consueto avviene nelle preparazioni di torte e dolci vari. Ma come ripeto sempre, è solo questione di abitudine; dobbiamo gradualmente riabituare e rieducare il palato a sapori sempre più semplici e veri.

Mostra di più...

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close